550° Anniversario Giovanni Della Rovere signore di Mondolfo (1474 – 2024): un itinerario roveresco a Mondolfo

Nell’anno di grazia 1474 il pontefice Sisto IV infeudava suo nipote Giovanni Della Rovere nelle Marche, rendendolo signore di Senigallia, Mondolfo e Mondavio e altri luoghi in qualità di vicario del papa.

         Si apriva una delle stagioni più felici e prolifiche nella storia della Terra di Mondolfo che, grazie all’illuminato governo dei Della Rovere, avrebbe conosciuto tra l’altro l’intervento del genio rinascimentale di Francesco di Giorgio Martini, nonché la realizzazione di palazzi, chiese, vie e piazze con l’esaltazione di nobili lignaggi. Una lunga signoria che avrebbe traghettato anche Mondolfo nel Ducato d’Urbino – pur non senza periodi di prova come l’assedio del 1517 – saggia e amata dai cittadini, che con grande tristezza ne piangeranno l’estinzione nel 1631, sapendo di essere di fronte alla fine di una delle epoche più propizie di Mondolfo.